Fangoterapia - Domus Medica

Vai ai contenuti

Menu principale:

Fangoterapia


Fangoterapia
I fanghi (denominati anche peloidi) sono masse melmose costituite da una parte solida (argilla) e da una parte liquida (acqua termale).
Attraverso un processo di maturazione si arriva alla formazione del fango, carico di ioni minerali, dotato di azione terapeutica.
A seconda della composizione, si distinguono fanghi sulfurei, radioattivi e salsobromoiodici.
L’applicazione ottimale del fango è a temperatura di 40‑45 °C, che viene mantenuta costante con opportuni accorgimenti; parallelamente all’assorbimento del calore, l’organismo ne favorisce la sua dispersione attraverso l’iperemia cutanea. L’innalzamento della temperatura corporea determina la riduzione del tono muscolare, l’aumento degli scambi metabolici, l’attivazione artero-venosa e linfatica e l’aumento dell’ossigenazione cutanea.
Nel nostro Centro Phisiothermale viene usato il “Limo”, estratto dalle saline di Margherita di Savoia, di tipo sulfosalso-bromo-iodico.
L’applicazione del fango dura circa 20-30 minuti e può essere locale o completa; in quest’ultimo caso il paziente viene poi sottoposto ad un breve bagno caldo o doccia e adagiato sul lettino di reazione avvolto in coperta.
Dopo il fango è utile sottoporsi ad un massaggio, da scegliere tra quelli più appropriati proposti nei vari percorsi salutistici.

PROPRIETA' E INDICAZIONI
  • I fanghi hanno una comprovata efficacia clinica e terapeutica nel controllare la sintomatologia e la funzionalità delle articolazioni nelle malattie reumatiche, osteoartrosiche e nelle patologie muscolo scheletriche in genere, attraverso un’azione antinfiammatoria, analgesica e miorilassante.
  • Postumi traumatici.
  • L’azione termica dei fanghi determina un aumento del flusso circolatorio cutaneo, con conseguente detossinazione di scorie azotate e puriniche.
  • Malattie dismetaboliche (con riduzione del colesterolo e del glucosio).
  • I fanghi rappresentano anche un mezzo cosmetologico di grande valore. L’uso cosmetico dà ottimi risultati normalizzanti sia per pelli secche, che per le grasse e senescenti.

CONTROINDICAZIONI
  • Fase acuta della malattia.
  • Tromboflebiti in atto.
  • Manifestazioni emorragiche.
  • Epilessia.
  • Tubercolosi.
  • Neoplasie.
  • Scompenso cardiaco conclamato.
  • Insufficienza respiratoria acuta.
  • Insufficienza renale e nefropatie acute.
  • Ipertiroidismo marcato.
  • Alterazioni importanti della pressione arteriosa.
Percorsi Salutistici


Sfoglia il catalogo virtuale dei nostri  
"Percorsi Salutistici"

e scopri tutte le offerte del
Centro Phisiothermale "Balneoli"
Oppure stampa il File Pdf Qui

Listino


Sfoglia il nostro Listino Virtule

oppure stampa il file PDF qui

I nostri loghi









 
Torna ai contenuti | Torna al menu